Memorie di un pazzo

ANDREA BUSCEMI

MEMORIE DI UN PAZZO

di Roberto Lerici

da Nicolaj Vasil’evic Gogol’ uno spettacolo di Andrea Buscemi

musiche Niccolò Buscemi

Attraverso il racconto della progressiva discesa nella pazzia di Aksentij Ivanovic Popriscin, piccolo burocrate nella Pietroburgo di inzio ‘800, Gogol ci conduce in un tema a lui molto caro (già trattato ne Il Cappotto, altro fondamentale segmento de I racconti di Pietroburgo): l’alienazione dalla società di un individuo solo e frustrato, che sogna di raggiungere uno staus sociale che lo aranchi dalla una miserabile esistenza.

Il rapporto tra individuo e società, tema fondamentale dell’opera del grande scrittore ucraino, è forza dirompente nell’evoluzione della storia.
Popriscin intende rendere “pan per focaccia” a tutti coloro che, nella realtà, minacciano la sua esistenza rendendogli impossibile l’aermazione sociale di cui si sente ampiamente meritevole : il capoucio, la serva Mavra, i colleghi, la donna

di cui è segretamente innamorato. Le sue invettive, e il suo delirio megalomane, finiranno per scollarlo sempre di più dalla stessa società a cui ha dichiarato battaglia, e da cui alla fine resterà schiacciato.

Un racconto esemplare (qui reso doppiamente intrigante dall’adattamento per la scena di Roberto Lerici) su quanto nei secoli l’imgiustizia sociale e le miserie umane abbiano sconvolto le esistenze di molti.

Un tema che oggi, nella società dei consumi che invita forsennatamente chiunque a primeggiare andando perfino oltre se stessi, aora in modo sempre più prepotente, campanello d’allarme di un disagio umano destinato ciclicamente a riproporsi, che rende l’opera di Gogol quanto mai attuale.

ore 21:00 e 18:00
6-7 Aprile 2024
Teatro Abeliano
Bari